Osteopatia

android-icon-48x48LE DOMANDE CHE VI PONETE VERSO L’OSTEOPATIA

Nasce grazie a Andrew Taylor Still, nato in Virginia (U.S.A.) nel 1828, brillante medico ed esperto chirurgo che, deluso dai mezzi offerti dalla medicina dell’epoca, a seguito della morte di tre dei suoi figli di meningite, approfondisce lo studio dei meccanismi del corpo umano.

L’osteopatia è una medicina nuova, un insieme di raffinate tecniche manuali, che egli stesso insegnerà nella sua prima scuola a Kirksville, nel Missouri (U.S.A.). A.T.Still stabilisce che ogni forma di malattia acuta o cronica, genera, per effetto riflesso, squilibri sull’apparato muscolo-scheletrico.

Concentrandosi allora su struttura e meccanica del corpo crea particolari tecniche manuali per ristabilire gli squilibri dello stesso (tecniche di normalizzazione). Pertanto, in presenza della malattia, attraverso le manipolazioni, i tessuti riprendono ossigeno e mobilità e le energie della salute riparano ogni danno.

I campi di applicazione dell’Osteopatia, sono diversi e numerosi, dalla sindrome dell’articolazione temporo-mandibolare, alle alterazioni del sistema viscerale e ghiandolare, intese in termini di disfunzioni e non in termini di malformazioni.

Ma ancora, l’impiego dell’Osteopatia è rivolto alle malattie muscolo-scheletriche come le sciatalgie, le periartriti, le cruralgie, le tendiniti, le cervicobrachialgie, le protusioni discali e addirittura le ernie discali.

L’Osteopatia non è la panacea di tutti i mali che affliggono l’umanità, ma è senza dubbio, un valido strumento scientificamente riconosciuto dalla legge italiana per il recupero funzionale dei problemi corporei.


Hit Counter by technology News

Login

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.


Register | Lost your password?